Il cacciatore di libri

Informações:

Sinopse

Un inviato virtuale in libreria per scoprire le novità editoriali, ma anche per rivalutare romanzi pubblicati da tempo. In ogni puntata un incontro con uno scrittore per parlare del libro e non solo. Curiosità sul mondo dell'editoria, festival culturali e tendenze.

Episódios

  • Passione Crime

    31/07/2021

    Puntata speciale dedicata a gialli, thriller e noir. Primo appuntamento di un ciclo estivo di puntate a tema. Due personaggi seriali molto amati dai lettori devono fare i conti con il proprio passato: parliamo di Rocco Schiavone creato dalla penna di Antonio Manzini e protagonista di "Vecchie conoscenze" (Sellerio), e di Teresa Battaglia, creata da Ilaria Tuti, ora in libreria con "Figlia della cenere" (Longanesi). Gianrico Carofiglio, invece, propone un nuovo personaggio destinato a diventare seriale: è l'ex pubblico ministero Penelope Spada, che compare per la prima volta in "La disciplina di Penelope" (Mondadori). Con Massimo Carlotto parliamo del noir "E verrà un altro inverno" (Rizzoli).Ospite del Caffè letterario: Luca Crovi, scrittore ed esperto di gialli.Audiolibro: "Arsene Lupin, ladro gentiluomo" di Maurice Leblanc (Il Narratore audiolibri). Playlist: Suffer little children - The SmithsPsyco killer - Talking HeadsIn limine - Theo TeardoMilano odia, la polizia non può sparare - Calibro 35Vendetta

  • "Gli occhi di Sara" di Maurizio de Giovanni

    30/07/2021

    "Gli occhi di Sara" (Rizzoli) è il nuovo romanzo di Maurizio de Giovanni con protagonista Sara, ex funzionario di un'unità speciale dei servizi segreti. In questo nuovo capitolo della sua vita già dolorosa, Sara deve affrontare la malattia del nipotino. Il piano temporale dell'oggi si interseca con il passato, precisamente con il 1990 quando Sara era da poco entrata nei Servizi e quando grazie al suo intuito la squadra aveva iniziato a indagare su un gruppo di studenti romeni fuori sede nostalgici del regime di Ceausescu appena crollato.

  • "Un tè a Chaverton House" di Alessia Gazzola

    29/07/2021

    Alessia Gazzola ha creato due personaggi seriali molto popolari: l'anatomopatologa Alice Allevi, protagonista di diversi romanzi che hanno ispirato la serie tv Rai "L'allieva", e più recentemente Costanza Macallè, paleopatologa. Ogni tanto, però, Alessia Gazzola si concede una pausa dalla serialità, come nel caso di "Un tè a Charverton House" (Garzanti). Protagonista è Angelica, 26 anni, laure in lingue e un'esperienza come panettiera, che va in una tenuta in Inghilterra per capire cosa sia veramente successo al suo bisnonno, scomparso durante la guerra. Leggerezza e ironia per un romanzo che Gazzola ha scritto durante la pandemia per concedersi e concedere ai lettori una parentesi piacevole.

  • "La felicità degli altri" di Carmen Pellegrino

    28/07/2021

    "La felicità degli altri" di Carmen Pellegrino (La nave di Teseo) è un romanzo sull'infanzia negata, su come si possono attraversare le ombre, sulla voglia di essere riconosciuti e amati. Con una scrittura elegante e raffinata, con riferimenti alla cultura dell'antica Grecia, al mito e alla religione, Carmen Pellegrino racconta la storia di Cloe, una donna che deve fare i conti con l'abbandono (è cresciuta in una casa famiglia), con la rabbia verso la madre e con il senso di colpa verso il fratellino scomparso da piccolo. Come dice la voce narrante è una storia di anastilosi, tecnica di restauro che rimette gli elementi ritrovati al posto giusto. La storia della ricostruzione di sè attraverso il recupero delle macerie.

  • "Italiana" di Giuseppe Catozzella

    27/07/2021

    Maria Oliverio, soprannominata Ciccilla, è stata una brigantessa nella Calabria di metà '800. Nel romanzo "Italiana" (Mondadori) Giuseppe Catozzella ricostruisce la sua storia a partire dalla sua infanzia in una famiglia poverissima di un paesino della Sila. L'ostilità da parte della sorella Teresa che era stata affidata a una coppia ricca, ma che alla morte dei genitori adottivi era tornata in famiglia rinnegando le sue origini umili. Il rapporto passionale e anche violento con il marito Pietro. E poi l'ingresso in una banda di briganti che compiono sequestri di persona per poi donare i riscatti ai contadini poveri. Alexandre Dumas si è ispirato alla vicenda di Ciccilla e di Pietro per scrivere il suo Robin Hood e ora Catozzella ci fa scoprire una vicenda vera, sconosciuta per molti.

  • "Caramelle dai conosciuti" di Aldo Pagano e "Lingua madre" di Maddalena Fingerle

    24/07/2021

    Torna il personaggio di Emma Bonsanti, sostituto procuratore a Bari, nel giallo "Caramelle dai conosciuti" di Aldo Pagano (Piemme). Accanto a lei, il sovrintendente capo Michele Lorusso. Devono indagare sull'omicidio di un uomo, Matteo Cardone, figlio di un imprenditore e animatore di un'associazione neofascista. La politica è molto presente nei gialli di Aldo Pagano perché Emma Bonsanti è decisamente di sinistra e Michele Lorusso è, invece, di destra, e spesso discutono su questioni politiche e ideologiche. In questo caso il primo sospettato dell'omicidio è un ragazzo etiope, subito additato dai militanti dell'associazione come il colpevole. Nella seconda parte parliamo di "Lingua madre", romanzo d'esordio di Maddalena Fingerle (Italo Svevo) che ha vinto la 33esima edizione del Premio Calvino. È ambientato a Bolzano e racconta la storia di un ragazzo, Paolo, che è ossessionato dalle parole e dal fatto che gli altri possano sporcarle, usandole con falsità e ipocrisia. Cosa che, secondo Paolo, fa soprattutto s

  • "I demoni di Berlino" di Fabiano Massimi e "I magnifici idioti" di Stefano Piedimonte

    17/07/2021

    Torna in libreria Fabiano Massimi, l'autore del romanzo di successo "L'angelo di Monaco" in cui raccontava l'intricato caso del presunto suicidio della nipote di Hitler. Nel nuovo romanzo, "I demoni di Berlino" (Longanesi), tornano alcuni dei personaggi di fantasia di "L'angelo di Monaco" e, inevitabilmente, anche alcuni personaggi storici. Siamo in Germania nel 1933. L'ormai ex commissario di polizia Sauer ha lasciato Monaco e vive in incognito a Vienna. Un giorno trova in casa sua l'ispettore Karl Julian che gli chiede di seguirlo a Berlino perché Rosa, la donna di cui Sauer era innamorato, è scomparsa. Rosa si è unita alla Resistenza e si sono perse le sue tracce mentre si stava preparando a compiere un'azione. C'è un solo indizio: una cartolina spedita da Rosa al giornalista più temuto da Hitler con uno strano messaggio: "Scava una fossa e siediti al suo interno". Nella seconda parte di "I magnifici idioti" di Stefano Piedimonte (Rizzoli). Un romanzo pieno di ironia, spesso amara perché sottolinea le sto

  • Speciale Premio Strega 2021 e "Il giorno del bianconiglio" di Alessandro Curioni

    10/07/2021

    Un romanzo che parla di amicizia, di vita e di morte. "Due vite" di Emanuele Trevi (Neri Pozza) ha conquistato il Premio Strega, assegnato il 10 luglio a Roma. Trevi intreccia il ricordo di due amici scomparsi (lo scrittore Rocco Carbone e la scrittrice e traduttrice Pia Pera) a riflessioni esistenziali. Il libro ha ottenuto 187 voti da parte della giuria di 660 persone e così Trevi compensa la delusione del 2012 quando arrivò secondo a soli 2 voti di distanza da Alessandro Piperno. Al secondo posto, con 52 voti di distacco, "Borgo sud" di Donatella Di Pietrantonio (Einaudi) seguito da "Il pane perduto" di Edith Bruck (La nave di Teseo), "L'acqua del lago non è mai dolce" di Giulia Caminito (Bompiani), "Il libro delle case" di Andrea Bajani (Feltrinelli). Nella seconda parte parliamo di un giallo sulla cybersecurity: "Il giorno del bianconiglio" (Chiarelettere) scritto da un esperto di sicurezza informatica, Alessandro Curioni. Protagonista è un esperto di cybersecurity Leonardo Artico, affiancato dall'hacker

  • "Quello che possiedi" di Caterina Soffici e "Un bacio dietro al ginocchio" di Carmen Totaro

    03/07/2021

    Due romanzi sul rapporto conflittuale fra madre e figlia. Due romanzi che parlano di una scomparsa, in un caso della madre e nell'altro della figlia. Due romanzi in cui i traumi sembrano passare da generazione in generazione. "Quello che possiedi" di Caterina Soffici (Feltrinelli) racconta la storia di Clotilde, 82 anni, e della figlia Olivia. Clotilde, cresciuta in una famiglia ricca e aristocratica di Firenze, è una donna classista, odia la povertà quanto la bruttezza, detesta l'ambizione di chi vorrebbe fare un salto nella scala sociale. Una donna che ha subito alcuni traumi, ma che finisce per restare vittima soprattutto di questa gabbia dorata. Un giorno Clotilde scompare e così si ricostruisce la sua vita, ma anche quella della figlia. Olivia è stata cresciuta dalle domestiche e anche per questo detesta sua madre, ha cercato di ribellarsi alla bolla di privilegio laureandosi e sposando un avvocato, ma alla fine si è adeguata. Un rapporto sottilmente feroce è quello che c'è fra la madre e la figlia prota

  • "Vecchie conoscenze" di Antonio Manzini

    26/06/2021

    Puntata speciale del Cacciatore di libri dedicata ad Antonio Manzini, ora in libreria con "Vecchie conoscenze" (Sellerio), decimo romanzo con Rocco Schiavone protagonista, personaggio molto amato dai lettori, interpretato nella serie tv Rai da Marco Giallini. Il vicequestore romano, trasferito ad Aosta, è un personaggio dolente, pieno di contraddizioni, che usa il sarcasmo come scudo nei confronti della vita che l'ha ferito profondamente. Un Rocco Schiavone che in questo romanzo sembra sempre più ripiegato su sè stesso. Deve affrontare l'ennesima perdita perché Gabriele, il ragazzo che ha ospitato in casa insieme alla madre, si è trasferito a Milano. Deve sempre fare i conti con il passato perché l'amico Sebastiano, che continua a dare la caccia a Enzo Baiocchi, è scomparso. Ma in "Vecchie conoscenze" alcuni nodi del passato verranno al pettine. In tutto ciò Schiavone deve risolvere un caso di omicidio: la vittima è una docente di storia dell'arte, molto apprezzata nel mondo accademico. Ed è a questo proposit

  • Le vite nascoste dei colori" di Laura Imai Messina e il jukebox letterario

    19/06/2021

    Un romanzo delicato e poetico, quasi una favola contemporanea. È "Le vite nascoste dei colori" (Einaudi) di Laura Imai Messina, scrittrice italiana che vive da oltre 15 anni a Tokio e già autrice di "Quel che affidiamo al vento", in cui si parlava della cabina telefonica che esiste veramente in Giappone e dove le persone vanno per parlare virtualmente con i propri cari scomparsi. Anche in questo nuovo romanzo si parla in modo delicato del confine fra vita e morte, ma si parla soprattutto di amore e dell'incapacità a lasciarsi andare. È ambientato a Tokio e racconta l'incontro, quasi predestinato, e la storia d'amore fra Mio e Aoi. Mio è nata in una famiglia che produce kimono da sposa e ha una capacità: vede sfumature di colore che gli altri non percepiscono (visione tetracromatica). Aoi, invece, riesce a capire i sentimenti degli altri forse anche perché suo padre aveva un'agenzia di cerimonie funebri e fin da piccolo è stato a contatto con la morte e con la sofferenza di chi resta. La seconda parte della pu

  • "Figlia della cenere" di Ilaria Tuti e "Ciao per sempre" di Corinna De Cesare

    12/06/2021

    Fiaccata dall'Alzheimer, la commissaria e profiler Teresa Battaglia vorrebbe ritirarsi a vita privata, ma un serial killer in carcere chiede di parlare esclusivamente con lei. E così il personaggio creato da Ilaria Tuti, nel romanzo "Figlia della cenere" (Longanesi) deve seguire la mente dell'assassino in un sottile gioco psicologico. Durante una breve evasione, il serial killer ha commesso un omicidio su commissione che sembra avere caratteristiche diverse dagli altri. In questo romanzo il lettore scoprirà elementi del passato di Teresa, fra vita privata e professionale, mentre alcuni nodi verranno al pettine, soprattutto nel rapporto con l'ispettore Marini. Nella seconda parte parliamo di "Ciao per sempre", romanzo d'esordio di Corinna De Cesare (Salani). Il funerale della nonna riporta la trentenne Margherita e tutta la famiglia Lolli in Puglia. Questo ritorno è l'occasione per far luce sul passato di Margherita, ma anche su quello della stessa nonna. Nonna che negli anni '50 aveva lasciato la Puglia trasf

  • "Il calamaro gigante" di Fabio Genovesi e "La rinnegata" di Valeria Usala

    05/06/2021

    Da Fabio Genovesi un piccolo romanzo "Il calamaro gigante" (Feltrinelli) che è un elogio delle storie, della fantasia e della voglia di sognare. Mette in evidenza come spesso nella vita diventiamo schiavi del senso del dovere e non abbiamo più il coraggio di abbandonarci ai sogni, soprattutto quelli impossibili. Fabio Genovesi, con il consueto tocco d'ironia dei suoi libri, intreccia episodi della propria vita e storie di alcune persone realmente esistite nei secoli passati, considerate visionarie, o peggio stupide, perché per esempio raccontavano dell'esistenza del Kraken, il calamaro gigante, creatura del mare misteriosa. Nella seconda parte parliamo di un romanzo d'esordio di una giovane scrittrice. "La rinnegata" di Valeria Usala (Garzanti) racconta una storia dura e dolorosa in cui però si intravede la speranza. Leggendo il libro si ha la sensazione che ad essere "rinnegate" siano entrambe le protagoniste femminili, seppur per ragioni diverse. Teresa e Maria si muovono in un contesto sociale soffocante,

  • "L'inverno dei leoni - La saga dei Florio" di Stefania Auci

    29/05/2021

    Puntata speciale del Cacciatore di libri dedicata al libro più atteso dell'anno: "L'inverno dei leoni" di Stefania Auci (Nord), secondo e ultimo volume della saga dei Florio. Romanzo atteso perché la prima parte "I leoni di Sicilia" uscito a maggio 2019 ha avuto un grandissimo successo: oltre 650.000 copie vendute ed è ancora fra i romanzi italiani più venduti. In questo secondo volume, dopo la morte di Vincenzo, la guida dell'impero imprenditoriale dei Florio passa in mano al figlio Ignazio che riesce a realizzare il sogno della famiglia: sposare una nobile, la baronessa Giovanna d'Ondes Trigona. Giovanna, dunque, porta il sangue blu, ma ha una dote bassa, si sente inferiore e manifesta una serie di disturbi alimentari bollati come "paturnie da bambina capricciosa". Per lei Ignazio proverà solo "affettuosa gentilezza". Ignazio avverte la responsabilità di guidare Casa Florio e capisce che bisogna fare un salto e punta sui piroscafi. Se il padre Vincenzo era figura monolitica, Ignazio è pieno di sfumature, è

  • "Gli occhi di sara" di Maurizio de Giovanni e "Il pane perduto" di Edith Bruck

    22/05/2021

    "Gli occhi di Sara" (Rizzoli) è il nuovo romanzo di Maurizio de Giovanni con protagonista Sara, ex funzionario di un'unità speciale dei servizi segreti. In questo nuovo capitolo della sua vita già dolorosa, Sara deve affrontare la malattia del nipotino. Il piano temporale dell'oggi si interseca con il passato, precisamente con il 1990 quando Sara era da poco entrata nei Servizi e quando grazie al suo intuito la squadra aveva iniziato a indagare su un gruppo di studenti romeni fuori sede nostalgici del regime di Ceausescu appena crollato. Nella seconda parte parliamo di "Il pane perduto" di Edith Bruck (La nave di Teseo). Racconta la vita della stessa scrittrice, ebrea di origine ungherese che vive in Italia dagli anni '50. Nel '44 la sua famiglia fu prelevata dal villaggio dove abitava e prima portata in un ghetto, poi in vari campi di concentramento. Edith Bruck narra l'orrore dei campi, ma anche il dopo quando i sopravvissuti si aspettavano di essere accolti a braccia aperte e invece furono respinti, contin

  • "Quando le montagne cantano" di Nguyen Phan Que Mai e "Le piccole libertà" di Lorenza Gentile

    15/05/2021

    Una saga familiare ambientata in Vietnam dagli anni 30 ai giorni nostri e che ha conquistato il pubblico italiano. Una famiglia e un intero paese che attraversano varie crisi: dall'occupazione francese all'invasione giapponese, dalla carestia del '45 alla guerra con gli Stati Uniti. La storia viene narrata da una donna, Huong, che a 12 anni deve scappare da Hanoi per i bombardamenti americani (siamo all'inizio degli anni '70). Scappa con la nonna che inizia a raccontarle la sua storia. Nel romanzo, dunque, si intrecciano i racconti di Huong e quelli dolorosi della nonna. "Quando le montagne cantano" di Nguyen Phan Que Mai (Nord - traduz. Francesca Toticchi) si ispira a vicende vere della famiglia dall'autrice. Nella seconda parte parliamo di "Le piccole libertà" di Lorenza Gentile (Feltrinelli). Un romanzo tenero e giocoso sulla possibilità di cambiare la propria vita, ma soprattutto il proprio modo di stare al mondo. Un romanzo sul piacere che si prova nel liberarsi delle costrizioni per aderire al meglio al

  • "E verrà un altro inverno" di Massimo Carlotto e "L'uomo del bosco" di Mirko Zilahy

    08/05/2021

    Si dice spesso che i noir sappiano raccontare al meglio le contraddizioni della società in cui viviamo. È quello che succede nel nuovo romanzo di Massimo Carlotto"E verrà un altro inverno" (Rizzoli). Carlotto mette a fuoco la mediocrità degli esseri umani che, in alcuni casi, può portare al crimine, soprattutto se gli sprovveduti giocano a fare i furbi. C'è poi lo scontro fra classi sociali con la borghesia (i maggiorenti) che cerca di affermare la propria superiorità e il proprio ordine, e gli altri che aspirano a un riconoscimento. Tutto parte con una serie di intimidazioni verso l'imprenditore Bruno Manera, che i paesani vorrebbero mandar via perché viene dalla città. Le cose sfuggono di mano e una guardia giurata, Manlio Giavazzi, mette su una macchinazione complessa per mettersi in mostra. Nella seconda parte parliamo con Mirko Zilahy di "L'uomo del bosco", un mistery con qualche piccola incursione nel fantastico. Un romanzo quindi un po' diverso dai thriller a cui l'autore ci aveva abituati ("È cosi ch

  • "Due vite" di Emanuele Trevi e "E poi saremo salvi" di Alessandra Carati

    01/05/2021

    "Noi viviamo due vite, entrambe destinate a finire: la prima è la vita fisica, fatta di sangue e respiro, la seconda è quella che si svolge nella mente di chi ci ha voluto bene". È una frase tratta da "Due vite" di Emanuele Trevi (Neri Pozza), libro in cui l'autore candidato al Premio Strega 2021 racconta la sua amicizia con Rocco Carbone, scrittore morto in un incidente stradale, e Pia Pera, scrittrice e traduttrice, morta di Sla. Ne emerge un racconto delle personalità di Carbone e Pera, che si intreccia alla vita di Trevi, alla sua visione di questo rapporto di amicizia, a riflessioni esistenziali. Nella seconda parte parliamo di "E poi saremo salvi" di Alessandra Carati (Mondadori). La storia raccontata in prima persona da Aida che nel 1992 a 6 anni fugge dalla Bosnia in guerra insieme alla mamma per raggiungere il padre e rifugiarsi in Italia. La madre cade presto in depressione, il padre si chiude in sè stesso perché non riesce a salvare gli altri familiari. Aida vive così divisa fra l'affetto per i suo

  • "Il valore affettivo" di Nicoletta Verna e "Quel maledetto Vronskij" di Claudio Piersanti

    24/04/2021

    Protagonista del romanzo "Il valore affettivo" di Nicoletta Verna (Einaudi) è una donna, Bianca, la cui vita è segnata da un trauma: la morte della sorella Stella quando erano piccole. Da quel momento la madre ha smesso di vivere nel senso che è entrata in depressione e ha tentato diverse volte il suicidio. Bianca cerca così di diventare impermeabile alle emozioni ed esercita la sua mania di controllo per esempio facendo delle liste mentali dei rifiuti. Tutto questo mentre cova un senso di colpa per la morte della sorella. Nella seconda parte parliamo di "Quel maledetto Vronskij" di Claudio Piersanti (Rizzoli), un romanzo pieno di tenerezza e armonia. Racconta l'amore fra due cinquantenni, sposati da ventisei anni. Un uomo e una donna normali che diventano eccezionali proprio per la felicità che vivono. Questa "normale" felicità, però, si incrina nel momento in cui Giulia, dopo essere guarita da una malattia, abbandona Giovanni lasciando solo un biglietto. Leggendo "Anna Karenina", Giovanni inizia a immaginar

  • "Un tè a Chaverton House" di Alessia Gazzola e "Di luce propria" di Raffella Romagnolo

    17/04/2021

    Alessia Gazzola ha creato due personaggi seriali molto popolari: l'anatomopatologa Alice Allevi, protagonista di diversi romanzi che hanno ispirato la serie tv Rai "L'allieva", e più recentemente Costanza Macallè, paleopatologa. Ogni tanto, però, Alessia Gazzola si concede una pausa dalla serialità, come nel caso di "Un tè a Charverton House" (Garzanti). Protagonista è Angelica, 26 anni, laure in lingue e un'esperienza come panettiera, che va in una tenuta in Inghilterra per capire cosa sia veramente successo al suo bisnonno, scomparso durante la guerra. Leggerezza e ironia per un romanzo che Gazzola ha scritto durante la pandemia per concedersi e concedere ai lettori una parentesi piacevole. Nella seconda parte, "Di luce propria" di Raffaella Romagnolo (Mondadori). Un romanzo ambientato nell'Italia della seconda metà dell'800, che celebra gli albori della fotografia. Protagonista è Antonio Casagrande, orfano nato cieco da un occhio. Nessuno lo vuole, finché un fotografo, Alessandro Pavia, lo prende con sè e

página 1 de 2